domenica, 1 Agosto 2021

Gran Bretagna, bocciato il Freedom day: contrario un inglese su due

Il primo ministro Boris Johnson negativo al test. La situazione in Gran Bretagna preoccupa: le autorità USA invitano a non viaggiare nel Regno Unito.

Da non perdere

Bocciato il Freedom Day in Gran Bretagna: nei sondaggi sul Covid, gli inglesi si sono detti contrari all’eliminazione di tutte le restrizioni. Se da un lato la Gran Bretagna può affermare con sollievo che il Primo Ministro Boris Johnson è risultato negativo al test del coronavirus e non mostra alcun sintomo, dall’altro lato la metà dei britannici è preoccupata per la rimozione delle restrizioni anti covid.

Per la precisione un quinto del totale che si è detto “molto” preoccupato “di fronte al Covid”, questo quanto riportato dal sondaggio presente sul giornale The Guardian YouGov per il Times. I dati mettono in evidenza che solo il 31% si è detto a favore mentre un 14% ha dichiarato di non avere un’opinione al riguardo.

Johnson, è stato vaccinato due volte, successivamente si è isolato nella sua residenza di campagna a Checkers fino al 26 luglio, dopo essere entrato in stretto contatto con il Ministro della Salute Sajid Javid che sabato ha annunciato di essere risultato positivo al covid.

Che la situazione sia preoccupante, lo dimostra anche la decisione delle autorità statunitensi di invitare gli americani i viaggi nel Regno Unito.

Ultime notizie