domenica, 17 Ottobre 2021

Francia, cresce il fronte anti Green Pass 110mila in strade e piazze: “Macron dimettiti”

L'idea di doverlo usare anche per accedere a bar, ristoranti, teatri, sui mezzi di trasporto pubblici, proprio non va giù. Al grido di "Macron dimissioni" o "libertà, libertà", scene anti pass sanitario in diverse città.

Da non perdere

Il fronte tutto interno anti green pass alla francese cresce di giorno in giorno. In numerose città della Francia migliaia di persone hanno affollato strade e piazze per protestare, non solo con slogan e cartelli, ma in alcuni casi anche con fumogeni.

L’idea di doverlo usare anche per accedere a bar, ristoranti, teatri, sui mezzi di trasporto pubblici, o comunque a tutti gli eventi dove siano previste più di 50 persone, proprio non va giù. Le prime scene di protesta si sono viste il 14 luglio, una data non casuale visto l’anniversario della Presa della Bastiglia.

Tra i tanti a manifestare, anche Jérôme Rodrigues, riferimento per il movimento dei gilet gialli. Al grido di “Macron dimissioni” o “libertà, libertà”, scene anti pass sanitario si sono viste a Tolosa, Nantes e Perpignan.

La situazione pandemica intanto continua a essere fronte caldo anche con altri Stati sovrani; la Francia ha infatti introdotto restrizioni per chi arriva da Gran Bretagna, Spagna, Portogallo, Cipro, Grecia e Olanda. Proprio il Regno Unito si appresta a riaprire tutto per i propri cittadini, tra le proteste del mondo scientifico, salvo introdurre la quarantena per chi arriva da oltre Manica, mentre i contagi corrono e perfino il ministro della Sanità è risultato positivo.

Ultime notizie