domenica, 1 Agosto 2021

Spiavano i prelievi al bancomat e derubavano gli anziani: arrestati “ladri di pin”

Una donna di 35 e un uomo di 41 anni carpivano i pin dagli anziani che prelevavano ai bancomat per derubarli, ma sono stati "spiati" per circa un anno dalla Polizia che li ha arrestati.

Da non perdere

Una donna di 35 anni e un uomo di 41, entrambi romeni, derubavano gli anziani utilizzando le loro carte di credito e bancomat. I due prima di derubarli cercavano di carpire il codice pin mentre gli anziani prelevavano allo sportello. La coppia è stata arrestata dagli agenti del commissariato Appio.

L’indagine proseguiva da circa un anno. La svolta si è avuta quando la donna è stata colta in flagrante mentre prelevava in piazza Cesare Cantù. I poliziotti, monitorando l’intero movimento, hanno compreso che il complice la attendeva in macchina. Così hanno intimato all’uomo di fermarsi; non dando ascolto al poliziotto, il 41enne alla guida dell’auto ha accelerato, trascinando l’agente per diversi metri. Il poliziotto è stato dichiarato guaribile in dieci giorni.

A seguito di alcune consultazioni con le banche, gli agenti hanno rintracciato l’indirizzo di residenza dei due, tenuti sotto osservazione sono stati individuati mentre uscivano dalla struttura. Gli agenti hanno seguito i due e li hanno fermati in via Botteghe Oscure sottoponendoli a un controllo.

Sono stati trovati, all’interno dello zaino dell’uomo e nell’abitazione, 1700 euro, l’ammontare di una parte del prelievo effettuato dalla 35enne nella banca in piazza Cesare Cantù. La vittima aveva denunciato una mancanza di 1830 euro. A seguito di un’accurata ricerca, sono stati trovati, nel bagagliaio dell’auto dei vestiti riposti alla rinfusa, si pensa che i due progettassero una fuga.

L’auto, risultando rubata, è stata posta al sequestro insieme a un coltello a serramanico di circa 22 centimetri. In attesa della convalida, i due sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria presso il carcere di Perugia e di Rebibbia.

 

Ultime notizie