mercoledì, 4 Agosto 2021

Ddl Zan, avanti in Senato tra veti e giochini. Italia Viva: “Non è mai mancato il voto favorevole”

Davide Faraone: "Abbiamo portato avanti una strategia che si sta confermando positiva e condivisa che è quella della mediazione per portare a casa la legge in tempi brevi con una maggioranza ampia".

Da non perdere

“Al ddl Zan non è mai mancato il voto favorevole di Italia Viva, siamo stati decisivi in ogni passaggio della legge in Senato, dalla richiesta di calendarizzazione in aula sino al voto di ieri e a tutte le sedute in commissione giustizia”. Parole pronunciate questa mattina dal presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone, a Omnibus.

“Abbiamo portato avanti una strategia che si sta confermando positiva e condivisa che è quella della mediazione per portare a casa la legge in tempi brevi con una maggioranza ampia. Chi affossa la legge – ha sottolineato – è chi ancora oggi, nonostante i voti risicatissimi di questi giorni, per questioni di mero posizionamento politico sta rifiutando il confronto, il Pd si sta dimostrando il vero partito No Zan, per non parlare dei 5s in questa fase, nascosti sotto dieci metri di sabbia”. 

“Se fanno due cambi sul tema del gender e delle scuole, la legge viene fatta e garantisce ai ragazzi omosessuali, alle persone transessuali e con disabilità, una tutela maggiore, quindi io sono per fare un accordo, questa è politica, quelli che vogliono fare le battaglie di principi che non portano a niente, fanno i convegni, ma non fanno le riforme”, ha detto il leader di IV, Matteo Renzi a Rtl 102.5. Il percorso a ostacoli in Senato, intanto, continua.

Ultime notizie