lunedì, 25 Ottobre 2021

Tokyo2020, in un giorno 1149 nuovi casi: cresce la paura dei Giochi

L'85%, tra atleti e addetti ai lavori, e quasi il 100% di membri e del personale del Cio, sono vaccinati o immuni.

Da non perdere

A qualche giorno dall’inaugurazione delle Olimpiadi 2020, a Tokyo si registrano numeri molto alti di nuovi contagiati. La capitale giapponese, attualmente, è per la quarta volta in stato di emergenza, ed ha registrato circa 1.149 nuovi casi: per la prima volta in due mesi è stata superata la soglia dei mille. Per questo, già qualche settimana fa si era decretata la chiusure delle porte per Tokyo2020, per garantire la sicurezza del popolo giapponese.

L’opinione pubblica ha sempre più paura delle Olimpiadi per il timore dell’aumento dei casi, ma il Giappone e il Comitato Olimpico Internazionale rassicurano. Thomas Bach, il n.1 del Cio dice che il Giappone “non deve preoccuparsi della sicurezza. Il Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 ha svolto un lavoro fantastico nella preparazione di questi Giochi e nel rendere Tokyo la città olimpica meglio preparata di sempre”.

Nella giornata di oggi, Bach ha incontrato Suga Yoshihide, il premier giapponese al quale ha rivolto il suo più sincero rispetto “e gratitudine al governo e al popolo giapponese per averci accolto. I Giochi uniranno il mondo in tutta la nostra diversità. Dimostreranno che siamo più forti insieme in tutta la nostra solidarietà”. Bach ha poi affermato che l’85%, tra atleti e addetti ai lavori, e quasi il 100% di membri e del personale del Cio, sono vaccinati o immuni. Tra il 70 e l’80% oscillano i rappresentanti dei media.

Il Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 ha spiegato che in vigore vi sono una serie di misure anti-Covid per seguire le Olimpiadi: “Sono state oltre 8mila le persone coinvolte nei Giochi che si sono recate in Giappone tra il primo e il 13 luglio. Tutti erano soggetti al regime di test di screening e tutti sono stati sottoposti a test pre-partenza e controlli sanitari. Solo tre sono risultati positivi al Covid dopo l’arrivo e sono stati immediatamente isolati, mentre i contatti stretti sono stati soggetti alle relative misure di quarantena”.

Ultime notizie