domenica, 5 Dicembre 2021

Vaccini, allarme della Fda per Johnson&Johnson: può provocare sindrome di Guillain-Barré

La Food and Drug Administration avverte, il vaccino Johnson&Johnson potrebbe provocare la sindrome di Guillain-Barre, in particolare negli uomini dai 50 anni in su.

Da non perdere

Il vaccino Johnson&Johnson potrebbe provocare la sindrome di Guillain-Barré. L’annuncio arriva dalla Food and Drug Administration, il vaccino Johnson&Johnson potrebbe portare una reazione neurologica rara e inaspettata: la sindrome di Guillain-Barre, appunto, si tratterebbe di un disturbo del sistema immunitario che può causare debolezza muscolare e occasionalmente paralisi.

Questo effetto collaterale, secondo i funzionari, potrebbe essere un “piccolo rischio possibile” per chi ha avuto l’inoculazione, rischio dalle 3 alle 5 volte più alto per chi è stato vaccinato con Johnson&Johnson.

La Fdae e i Centers for Disease Control and Prevention hanno studiato 100 casi, i quali hanno sviluppato la sindrome successivamente alla vaccinazione; quasi tutti sono andati in ospedale ed una persona è morta, solo dopo aver esaminato i casi con esattezza è arrivata la conferma.

La sindrome di Guillain-Barre si manifesta quando le cellule nervose vengono attaccate erroneamente dal sistema immunitario, con conseguente debolezza muscolare e, a volte, una paralisi temporanea.

Ogni anno dalle 3 alle 6mila persone sviluppano questa sindrome. Sono 13 milioni gli americani che hanno ricevuto l’iniezione J&J, e di questi solo una piccola parte ha segnalato effetti inaspettati. La maggior parte si è palesata dopo la seconda settimana successiva alla vaccinazione in uomini dai 50 anni in su.

Ultime notizie