sabato, 16 Ottobre 2021

Cuba, arrestata corrispondente del quotidiano spagnolo Abc: crimini contro sicurezza Stato

La corrispondente del quotidiano spagnolo Abc a Cuba, Camila Acosta è stata arrestata all'Avana. Acosta aveva coperto le proteste antigovernative e per questo sarà perseguita per "crimini contro la sicurezza dello Stato".

Da non perdere

All’Avana, ieri, la corrispondente del quotidiano spagnolo Abc a Cuba, Camila Acosta, è stata arrestata ed è detenuta in una stazione di polizia del comune di Cerro.

Acosta sarà perseguita per “crimini contro la sicurezza dello Stato“, dopo aver coperto le proteste antigovernative esplose domenica sull’isola. Lo riporta lo stesso giornale iberico, citando conferme dello scrittore Angel Santiesteban al portale indipendente Cubanet. Oltre ad Acosta, sono stati arrestati una ventina di giornalisti nell’ambito delle stesse proteste.

La Polizia politica ha intercettato la giornalista alle ore 16 di lunedì, mentre stava uscendo di casa in compagnia del padre, che aveva bisogno di un test anti Covid.
Secondo quanto riferito, gli agenti sono poi entrati nella sua casa, dove hanno effettuato una perquisizione e hanno preso tutta la sua attrezzatura da lavoro, compreso il suo computer. Alla fine della giornata, i contenuti Internet e i suoi messaggi WhatsApp sono stati bloccati.

Ultime notizie