lunedì, 25 Ottobre 2021

Euro2020, Lino Banfi alla Nazionale: “Fatemi il più bel regalo di compleanno porca puttena”

Allenatore ad honorem, celebre per il modulo 5-5-5 detto anche bizona ha compiuto da poco 85anni, alla Nazionale di cui è mascotte ufficiale ha chiesto un regalo di compleanno speciale.

Da non perdere

Ieri, 9 luglio, Lino Banfi ha festeggiato i suoi 85 anni. Durante la sua carriera è riuscito a conquistare piccoli e grandi, cimentandosi in qualsiasi ruolo: da quello comico a quello drammatico, interpretando personaggi che, ormai, fanno parte del cuore di tutti gli italiani.

Lino Banfi è sempre stato appassionato di calcio e tifoso romanista; infatti in occasione dell’ultima partita dei gironi, contro il Galles, ha fatto recapitare a tutti i calciatori della Nazionale il suo libro “Siamo tutti allenatori nel pallone”, scritto insieme a Marco Ercole. Nonostante abbia spento già le 85 candeline insieme alla sua famiglia e ricevuto moltissimi pensieri e sorprese, spera che il suo vero regalo possa arrivare domenica sera, quando gli azzurri scenderanno a Wembley per la finale contro l’Inghilterra.

L’attore, sempre legato al ruolo ma soprattutto al mondo del pallone, si rivolge alla sua squadra: “Adesso spero che il più bel regalo me lo possano fare i ragazzi. Siamo stati sempre in contatto nel corso di queste ultime settimane. Mi auguro che possano dare una bella soddisfazione a tutti noi

L’attore pugliese, all’età di undici anni, quando si chiamava ancora Pasquale Zagaria, era “destinato” alla carriera sacerdotale. Lasciò tutto, però, per dedicarsi alla sua vera passione, quella che ha cambiato per sempre la sua vita: far divertire il pubblico. Dai teatri ai palcoscenici, dal cinema alla televisione, tutto quello che “toccava e faceva diventava oro”. In pochi anni è diventato il Nonno Libero d’Italia, il Re della risata e anche l’allenatore.

Il 26 ottobre 1984, con l’uscita del film “L’allenatore nel pallone”, Lino Banfi diventa Oronzo Canà, mister disoccupato, ingaggiato dalla Longobarda, squadra di calcio neopromossa in serie A. Il nuovo allenatore non usava più il 4-5-1 o il 4-4-2, ma una cosa diversa: il 5-5-5. Anche in questo contesto, infatti, il grande attore Banfi è riuscito a portare comicità nel mondo del calcio. È stato riconosciuto “Allenatore ad honorem” dall’Associazione Italiana Allenatori Calcio e ha ricevuto i complimenti del ct azzurro Roberto Mancini che lo ha nominato mascotte ufficiale della Nazionale, durante gli Europei.

Ultime notizie