domenica, 5 Dicembre 2021

Lodi, Sara e Hanan non erano sole: 35enne indagato per omissione di soccorso

Le ragazze dopo un "festino" tra alcol e droga non sarebbero state nelle condizioni di potersi salvare da sole ed evitare di essere travolte.

Da non perdere

Hanan Nekhla e Sara El Jaafari erano con altre 5 persone, lo scorso venerdì quando nei campi di Locate Triulzi a San Giuliano Milanese hanno perso la vita, investite da un mezzo agricolo.

Ha raccontato tutto agli inquirenti il 35enne, indagato per omissione di soccorso, rintracciato ed ascoltato ieri dalla Procura di Lodi, insieme ad un 21enne. L’uomo ha spiegato di aver incontrato e conosciuto le due giovani donne la sera prima (giovedì) ed aver passato con loro la serata ed anche la notte successiva, utilizzando alcol e droga. Un “festino” iniziato a casa di una conoscente e poi finito nel campo di mais.

Durante la serata si erano uniti alla “festa” anche altri due uomini, di origini marocchine ed una donna rumena. Tutti insieme hanno continuato tranquillamente a consumare alcolici e droghe, seduti tra le piante di mais alte 4 metri, ascoltando musica.

Il mezzo si è trovato a pochissimi metri dal gruppo quando le ragazze non sono riuscite a spostarsi tempestivamente, a causa delle sostanze ingerite durante la serata, e sono state travolte.

Anche l’uomo di 35 anni è stato coinvolto nell’incidente, riportando ferite al collo del piede sinistro, ma riuscendo a scappare dal campo, senza curarsi degli altri.

I Carabinieri indagano ancora per identificare e rintracciare gli altri partecipanti. Molto probabilmente se qualcuno dei presenti avesse fornito subito le informazioni necessarie ai Carabinieri per trovare il luogo, forse Sara si sarebbe potuta salvare.

Ultime notizie