giovedì, 2 Dicembre 2021

Roma, Alemanno assolto dal reato di corruzione: “Finisce un incubo durato 7 anni”

L'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno è stato assolto, in Cassazione, dall'accusa di corruzione, nel cosiddetto "Mondo di Mezzo". Ci sarà, comunque, un nuovo processo d'appello per il reato di traffico di influenze illecite.

Da non perdere

L’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno è stato assolto, in Cassazione, dall’accusa di corruzione, nel cosiddetto “Mondo di Mezzo”. Ci sarà, comunque, un nuovo processo d’appello per il reato di traffico di influenze illecite.

La Procura generale aveva chiesto 6 anni di reclusione: Alemanno avrebbe “piegato la sua funzione di sindaco” agli interessi di Buzzi e Carminati, ricevendo in cambio circa 223.509 euro. I fatti risalgono al biennio 2012-2014, ovvero quando Buzzi ha finanziato la Fondazione Nuova Italia.

Alemanno avrebbe dovuto far sbloccare i crediti delle cooperative nei confronti di Ama Spa ed Eur Spa. I giudici, nel motivare la sentenza di secondo grado, avevano sottolineato la “straordinaria gravità delle condotte criminose che in quegli anni hanno letteralmente funestato il rapporto tra imprenditori, cooperative e politica, inquinando in modo sistemico i gangli della vita amministrativa della città di Roma”.

Ultime notizie