sabato, 16 Ottobre 2021

Giappone, torna lo stato di emergenza: Tokyo2020 sarà senza pubblico

A causa dello stato di emergenza dichiarato questa mattina dal Premier Suga, le Olimpiadi di Tokyo2020 si svolgeranno senza spettatori.

Da non perdere

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 si svolgeranno senza spettatori. Lo ha da poco annunciato la Ministra per lo Sport Tamayo Marukawa.

Oltre Tokyo, la misura riguarderà con molta probabilità anche le tre prefetture circostanti, Chiba, Kanagawa e Saitama. La sofferta decisione è stata presa dal Consiglio direttivo composto dal presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach, dalla Governatrice Yuriko Koike e dalla Presidente del Comitato organizzatore di Tokyo 2020, Seiko Hashimoto che ha dichiarato: “È un peccato che i Giochi si svolgano con queste limitazioni, chiedo scusa a chi aveva acquistato i biglietti”.

Il provvedimento arriva dopo l’annuncio di questa mattina del Premier giapponese Suga, che aveva dichiarato il ritorno allo stato di emergenza che entrerà in vigore da lunedì 12 luglio e si estenderà fino al 22 agosto, comprendendo i giorni in cui sono previste le Olimpiadi, ossia dal 23 luglio all’8 agosto. “Lo stato di emergenza è necessario per prevenire la ripresa di casi futuri in tutto il Paese” ha dichiarato Suga.

Inizialmente si era ipotizzato di limitare la capacità dei luoghi in cui si svolgono le manifestazioni al 50%, senza superare i 10mila spettatori. Soluzione nelle ultime ore valutata non sufficiente per prevenire eventuali future ondate della pandemia.

Nelle ultime 24 ore infatti Tokyo ha registrato 920 nuovi casi rispetto ai 714 della settimana precedente e solo il 15% della popolazione giapponese è completamente vaccinato.

Anche quelli che ormai erano diventati eventi assimilabili a tradizioni, manifestazioni che i cittadini italiani attendono con impazienza sono stati trasformati dal Covid. In attesa di stadi pieni, concerti sold out e città piene zeppe di turisti, non rimane altro che pazientare e, soprattutto, non allentare l’attenzione, confidando nella buona sorte.

Ultime notizie