mercoledì, 4 Agosto 2021

Hong Kong, fabbricavano bombe: 9 in manette accusati di terrorismo

Fabbricavano bombe in un hotel, adibito a laboratorio, nella penisola di Kowloon, 9 persone appartenenti al gruppo "Returning valiant" sono state arrestate dalla Polizia di Hong Kong.

Da non perdere

Nove persone sono state arrestate dalla Polizia di Hong Kong accusate di terrorismo, presumibilmente per un complotto che avrebbe colpito tribunali, tunnel portuali e ferrovie. Di età compresa tra i 15 e i 39 anni, fra le 9 persone finite in manette ci sono anche 6 studenti di scuola superiore.

Il gruppo aveva programmato la costruzione di bombe, intento che a causa del blitz non è stato possibile portare a termine. Durante le perquisizioni sono stati ritrovati esplosivi, sostanze chimiche che sarebbero potute essere trasformate in ordigni.

Sono stati sequestrati conti correnti per circa 80mila dollari ed anche il Tatp, cioè l’acetone peroxide (prodotto chimico), utilizzato anche da estremisti durante gli attacchi in Israele e a Londra. Stando alle prime indagini, il gruppo era chiamato “Returning valiant” ed aveva stabilito la base, adibita a laboratorio, in un hotel nella penisola di Kowloon.  

Ultime notizie