sabato, 16 Ottobre 2021

Ddl Zan, Salvini invita il Pd: “Non mi interessa litigare, approvare una norma di protezione e civiltà”

"Se il Pd rifiuterà l'ascolto, si assumerà la responsabilità di affossare questa legge"

Da non perdere

In un appello ai partiti Matteo Salvini prende una posizione sul Ddl Zan: “Accogliamo l’invito della Santa Sede, troviamoci entro domani e condividiamo insieme un testo che aumenti le pene per chi discrimina o aggredisce due ragazzi o due ragazze che si amano, la libertà di amare è sacra. Se da ddl Zan togliamo l’ideologia, il coinvolgimento dei bambini e l’attacco alla libertà di pensiero, intervenendo sugli articoli 1, 4 e 7, finalmente si smette di litigare e si approva una norma di protezione e civiltà”.

Il leader della Lega prosegue, invitando il Pd ad un confronto: “Se il Pd invece rifiuterà ascolto e dialogo, invocati anche da tante associazioni e movimenti di gay, lesbiche e femministe, si assumerà la responsabilità di affossare questa legge. A me non interessa litigare, io lavoro per risolvere i problemi e proteggere gli italiani”.

Ultime notizie