martedì, 3 Agosto 2021

Gio Evan aggiunge nuove date al tour e pubblica il nuovo singolo Metà Mondo

A pochi mesi dall’uscita del suo ultimo album, Gio Evan torna finalmente in tour per una serie di date estive e pubblica un nuovo singolo, Metà Mondo, uscito venerdì 25 giugno e che sta già diventando una delle canzoni dell’estate.

Da non perdere

A pochi mesi dall’uscita del suo ultimo album, Gio Evan torna finalmente in tour per una serie di date estive e pubblica un nuovo singolo, Metà Mondo, uscito venerdì 25 giugno e che sta già diventando una delle canzoni dell’estate.

 Mareducatour è un concept spettacolo di e con Gio Evan. Un percorso artistico poetico e musicale che attraversa il mare. Una performance che invita a farsi mare da soli arrivare alla riva ma anche alla deriva per derivare da altro, cogliere scogli dentro per non rischiare l’onda d’urto. Conoscere l’alta marea di cui siamo capaci e strabordare a largo. È l’inizio di Abissale, (spettacolo invernale), il momento prima di aver vinto l’abisso.

Ecco le date confermate ad ora:

09/07 FONTANETO D’AGOGNA (NO) – PHENOMENON

16/07 BERGAMO – PIAZZA ALPINI

17/07 JESOLO – PARCO PEGASO

25/07 RICCIONE – CONCERTI ALL’ALBA

03/08 FANO – ROCCA MALATESTIANA

07/08 GENOVA – PORTO ANTICO

30/08 FIRENZE – ANFITEATRO LE CASCINE

21/08 FORTE DEI MARMI (LU) – VILLA BERTELLI

Per le date di Fontaneto d’Agogna e Bergamo Gio Evan ha deciso di regalare un’esperienza speciale al proprio pubblico: infatti grazie alla collaborazione con l’associazione Guanti Rossi questi concerti saranno accessibili ai non udenti.

Metà mondo è un up tempo che ci apre le porte alla vita, assecondando la nostra voglia di evasione e di libertà quasi senza regole. La canzone è stata inserita nella versione digitale dell’album Mareducato e volutamente chiude il disco con un messaggio positivo. Il cammino arduo attraverso il “mare”, metafora dell’esistenza, finisce con l’abisso visto come liberazione.

“Metà mondo” è la traccia inedita dell’album “Mareducato”, colei che chiude il percorso marino. Dopo esser passati dalla riva, aver affrontato le alte maree e aver vinto le onde, dopo essersi presentati al largo e aver raggiunto l’abisso, non resta che diventare noi stessi l’abisso. Bisogna diventare abissali, smettere di seguire le norme e iniziare a seguire l’enorme. Bisogna inaugurarsi allo spropositato di proposito, andare continuamente all’eccesso, diventare continenti di incontinenti, creare l’unità dismisura.

Metà mondo è l’abissale, l’uomo fattosi profondità, colui che non fa più parte di una sola vita ma che fa parte di solo vita. (Gio Evan)

Il cantautore e scrittore è reduce dalla sua prima apparizione al Festival di Sanremo con il brano Arnica a cui è seguita l’uscita per Polydor/Universal del suo nuovo album, Mareducato, che ha già raggiunto i 15 milioni di ascolti, e del suo ultimo libro per Rizzoli, Ci siamo fatti mare.

Ultime notizie