domenica, 17 Ottobre 2021

Usa, Trump Organization: frode fiscale per 1,7 milioni

Attivata un'inchiesta sul controllo delle vicende aziendali di Trump. La Trump Organization è stata accusata di frode fiscale per 1,7 milioni di dollari

Da non perdere

L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan ha accusato l’impero immobiliare di Trump di avere operato per 15 anni uno schema di frode fiscale per pagare in nero uno dei suoi top manager, il chief financial officer (responsabile finanziario) Allen Weisselberg accusato di elusione fiscale sui propri compensi per 1,7 milioni di dollari. Weisselberg si sarebbe dichiarato ‘non colpevole’.

Si è venuti alla luce di frodi e reati fiscali nell’ambito di un’indagine volta a far luce sulle vicende aziendali di Donald Trump il quale ha definito tali inchieste “senza senso” aggiungendo in un’intervista: “I procuratori estremisti di New York sono contro di me, dobbiamo combattere“.

L’inchiesta da parte dei procuratori newyorkesi rappresenta una significativa escalation dei potenziali problemi legali di Trump e a tal proposito, i procuratori sperano che il direttore finanziario accetti, in cambio di una riduzione di pena, di testimoniare nell’inchiesta sulla presunta evasione fiscale di Trump.

Altre questioni sono state toccate nell’ambito dell’inchiesta e riguardano delle transazioni finanziarie della Trump Organization. L’indagine è andata avanti nonostante Trump si sia appellato per due volte alla Corte Suprema sostenendo che fosse impensabile che come presidente fosse stato indagato da un procuratore statale.

Fino ad oggi Trump e la sua società non si sono mai trovati ad affrontare incriminazioni penali anche se in passato sono stati indagati per cause di tipo civile, si pensi quella contro la Trump University, chiusa da Trump nel 2016 con un accordo da 25 milioni di dollari, accusata di aver frodato gli studenti.

Ultime notizie