martedì, 3 Agosto 2021

Israele, rinvio processo a Netanyahu per corruzione, frode ed abuso di potere

Rinviato il processo all'ex primo ministro Benjamin Netanyahu, che riprenderà il 12 luglio anziché il 5.

Da non perdere

Il Tribunale distrettuale di Gerusalemme ha annunciato un rinvio per il processo all’ex primo ministro Benjamin Netanyahu, annunciando che riprenderà il 12 luglio anziché il 5.

La decisione del posticipo, che dovrebbe consentire agli avvocati della difesa di esaminare nuove prove, è arrivata dopo che il Tribunale ha parzialmente accettato la tesi secondo cui servirebbe più tempo per esaminare i circa 350mila messaggi ed e-mail dell’ex CEO di Walla, Ilan Yeshua. Tali prove sarebbero emerse da un controllo del suo cellulare.

Ora ci saranno solo sette udienze prima della pausa estiva che inizierà il 21 luglio e durerà fino al 1 settembre. Il processo poi si fermerà nuovamente alla festività di Yom Kippur di fine settembre, la ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell’espiazione.

I Pubblici Ministeri avevano sperato che la Corte potesse esaminare le prove del testimone chiave Nir Hefetz, ex portavoce e confidente di Netanyahu, prima della pausa estiva.

Ultime notizie