giovedì, 2 Dicembre 2021

Variante Delta, aumentano i casi nel mondo: situazione difficile per Russia Giappone e Regno Unito

Situazione epidemiologica preoccupante per la diffusione della variante Delta nel mondo. Aumentano i casi in Spagna, Australia, India e vengono imposte nuove restrizioni.

Da non perdere

La variante Delta continua a preoccupare tutto il mondo. Molti Paesi si ritrovano faccia a faccia con un nuovo lockdown, o comunque a dover re-innalzare le misure restrittive, anche chi aveva alle spalle una campagna vaccinale eccellente.
In Russia la situazione è sempre più preoccupante. Nell’ultima settimana sono stati registrati 3.921 morti, il più alto numero da inizio pandemia. L’altro picco di contagi da Covid-19 è stato rilevato a fine dicembre con 3.920 decessi e con un tasso di mortalità del 2,44%.
I contagi sono aumenti fino ad arrivare a 134.465 casi nell’ultima settimana, il 24,3% in più rispetto ai sette giorni precedenti. A Mosca i numeri sembrano essere costanti, anche se comunque restano alti: 52.367 i contagi dell’ultima settimana, appena l’1% in più rispetto ai sette giorni precedenti. Nonostante le restrizioni introdotte nelle ultime settimane, la capitale russa ha segnato un picco di 144 decessi nelle ultime 24 ore.
La variante Delta continua la sua diffusione su vasta scala, e ci sono luoghi dove la campagna di vaccinazione è limitata. È stata individuata in India per la prima volta e ha colpito anche i Paesi dove la situazione epidemiologica era in netto miglioramento, grazie ai vaccini.
Israele è stato costretto a reimporre l’utilizzo delle mascherine all’aperto e la Gran Bretagna con l’aumento dei contagi nelle scuole ha costretto gli alunni a rimanere a casa.
Nel Regno Unito la Camera dei Comuni deve decidere sulla revoca delle misure restrittive; Boris Johnson in un primo momento ha fissato il “giorno X” al 19 luglio, ma poi ha sottolineato che ci sarebbe stata prima una revisione dei dati sui contagio, per poi valutare la possibile revoca a inizio mese, forse il 5 luglio.
La Spagna è preoccupata a causa del maxi focolaio scoppiato tra gli studenti durante la gita di fine anno a Maiorca. La Comunità di Madrid, che risulta la più colpita, ha registrato 363 studenti infettati dalla variante Delta.
In Australia, precisamente a Sydney, sono stati registrati ben 128 casi di coronavirus legati alla variante Delta, nonostante due settimane sia stato rintrodotto il lockdown. A causa di questo aumento improvviso peggioramento di casi, i leader dei vari Stati e territori valuteranno lo stato di emergenza con il premier Morrison.
L’India ha registrato nelle ultime 24 ore 46.148 nuove infezioni da Covid e 979 decessi. I dati odierni sono leggermente in calo rispetto a domenica. Dalla comparsa della malattia, nel subcontinente il nuovo coronavirus ha ormai infettato almeno 30.279.331 persone di cui 396.730 hanno perso la vita. Nel frattempo la campagna vaccinale avanza, anche se alcuni governi locali lamentano una carenza di dosi da somministrare alla popolazione.
In Giappone, il dipartimento sanitario di Tokyo ha confermato 386 nuovi casi di infezione da coronavirus. Sono in aumento per il decimo giorno consecutivo, e si è preoccupati poiché tra poche settimane, la capitale giapponese ospiterà i giochi olimpici. Il dato che maggiormente allarma le autorità, oltre l’età media delle persone colpite che per i tre quarti è al di sotto dei 40 anni, è la media di contagi giornaliera, cresciuta del 23% nell’ultima settimana.
In totale la pandemia nel mondo ha registrato finora 181.047.252 contagi da Covid-19 e 3.922.087 morti. Secondo gli ultimi dati, sono sono state già somministrate 2.889.119.280 dosi di vaccino.

Ultime notizie