mercoledì, 4 Agosto 2021

Obbligo mascherine all’aperto, Salvini e de Magistris contro De Luca: “I campani non se lo meritano”

Dopo la proroga dell'obbligo di utilizzo della mascherina all'aperto in vigore in Campania fino al 31 luglio, intervengono Matteo Salvini e Luigi de Magistris.

Da non perdere

Dopo la proroga dell’obbligo di utilizzo della mascherina all’aperto in vigore in Campania fino al 31 luglio, contro la decisione di De Luca intervengono Matteo Salvini e Luigi de Magistris.

Per il leader della Lega è ingiusto che “mentre l’Italia finalmente da lunedì si libera dalle mascherine all’aperto, in Campania il signor De Luca vuole continuare a imporle a tutti, unico nel Paese, insieme ad altri assurdi divieti“.

Secondo Salvini, l’ordinanza sarebbe infatti eccessiva e non avrebbe nulla a che vedere con la libertà, il buonsenso o la prudente normalità, ma sarebbe invece un inspiegabile divieto nato delle ideologie del Presidente della Campania: “I campani non si meritano questo, lo segnalerò già oggi al presidente Draghi“.

Anche il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, interviene sulla questione, accusando De Luca di emettere ordinanze “illogiche e manifestamente dannose, viziate da eccesso di potere“, che sarebbero solo punitive nei confronti dei cittadini e degli operatori economici.

Luigi de Magistris chiede inoltre una spiegazione sul perché la campagna vaccinale organizzata da De Luca vada peggio di quanto era stato promesso: “Come mai ci sono più morti di quelli che si pensava, come mai strutture ospedaliere per cui sono stati spesi milioni di euro e su cui si è costruita propaganda politica non erogano servizi all’altezza della dignità del nostro popolo”.

Cosa prevede l’ordinanza:

Via la mascherina all’aperto, De Luca non ci sta: in Campania resta l’obbligo fino al 31 luglio

Ultime notizie