domenica, 5 Dicembre 2021

Euro2020, Austria battuta 2-1 Italia ai quarti. Decidono Chiesa e Pessina nei supplementari

Al 94° si sblocca la partita. Chiesa, assistito da Spinazzola, insacca con un bel sinistro, calciando dalla fascia destra dell'area. Pessina in area sigilla la qualificazione dell'Italia. Austria battuta 2-1. Determinanti le sostituzioni di Mancini.

Da non perdere

Allo stadio Wembley di Londra l’Italia scende in campo ancora con Verratti al posto di Locatelli, Di Lorenzo per l’infortunato Florenzi e Acerbi di nuovo dentro per l’acciaccato Chiellini. La prima occasione è per l’interista Barella: destro appena dentro l’area, Bachmann respinge col piede. Ancora Italia, ma stavolta con una gran botta di Immobile da fuori. Incrocio dei pali. L’Austria, invece, non impegna mai seriamente Donnarumma.

Al rientro la nazionale appare spenta e infatti l’Austria ne approfitta, prima con una punizione di Alaba e poi con un tiro di Sabitzer deviato in angolo da Bonucci. Lo spavento arriva al 65°, quando il campione d’Europa con l’Inter, Arnautović, segna di testa. Il VAR, però, segnala il fuorigioco. Gli azzurri non incidono, il sopravvalutato dai più Verratti lascia il posto a Locatelli, che impensierisce l’Austria e la sua conclusione termina al lato sinistro del portiere. Mancini non si accontenta e toglie Barella, dentro Pessina. Sarà proprio Pessina protagonista di un altro episodio al VAR. Possibile rigore, ma c’era fuorigioco di Hinteregger.

Mancini nota che i suoi non incidono e inserisce Chiesa e Belotti per gli evanescenti Berardi e Immobile. Dopo cinque minuti di recupero, il risultato non cambia e infatti si giocheranno i supplementari.

Al 94° si sblocca la partita. Ed è proprio Chiesa, assistito da Spinazzola, a insaccare con un bel sinistro, calciando dalla fascia destra dell’area. Dieci minuti dopo Insigne fa volare Bachmann sotto l’incrocio dei pali, a seguito di una punizione del napoletano. Il primo tempo supplementare sta per finire, quando il sinistro di Pessina in area sigilla la qualificazione dell’Italia. Ma Donnarumma sventa un attacco del neo-entrato Gregoritsch.

Insigne lascia spazio a Cristante e Di Lorenzo prova a siglare un super-gol, percorrendo tutta la fascia destra; la sua conclusione termina a lato. Sabitzer si limita a pasticciare a tu per tu con Donnarumma. L’estremo difensore azzurro non potrà nulla sul colpo di testa di Kalajdžić, che anticipa Locatelli mentre Jorginho lascia sguarnito il primo palo. L’Austria accorcia le distanze. Un minuto di recupero. Sospiro di sollievo per l’Italia, ma che sofferenza. Gli azzurri giocheranno venerdì alle 21 contro la vincente di Belgio-Portogallo, in scena domani sera.

Ultime notizie