mercoledì, 20 Ottobre 2021

Via la mascherina all’aperto, De Luca non ci sta: in Campania resta l’obbligo fino al 31 luglio

L'ordinanza stabilisce anche che, dalle ore 22 e fino alle ore 6, è vietata la vendita con asporto di bevande alcoliche. In tutta Italia niente più mascherina all'aperto dal 28 giugno, tranne che in Campania.

Da non perdere

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l’ordinanza che entrerà in vigore il 28 giugno, per l’abolizione delle mascherine all’aperto. Al contrario, per la Regione Campania, il presidente Vincenzo De Luca ha prolungato dal 28 giugno al 31 luglio l’obbligo di utilizzare mascherina con apposita ordinanza.

Resta quindi obbligatorio per i residenti in Campania l’uso del dispositivo di sicurezza anche all’aria aperta. L’ordinanza prevede l’obbligo della mascherina “in ogni luogo non isolato, ad esempio nei centri urbani, nelle piazze, sul lungomare nelle ore e situazioni di affollamento; e inoltre nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto, nonché nei contesti di trasporto pubblico all’aperto quali traghetti, battelli e navi”.

L’ordinanza stabilisce che dal 28 giugno al 31 luglio, dalle ore 22 e fino alle ore 6, è vietata la “vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, da parte di qualsiasi esercizio commerciale (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici”. La vendita di bevande alcoliche, “è consentita esclusivamente al banco o ai tavoli”.

Ultime notizie