mercoledì, 20 Ottobre 2021

Ossido di etilene 520 volte superiore al limite, maxi sequestro di semi di sesamo: 30 indagati

I semi di sesamo provenivano dalla Cina, dall'India, dall'Argentina e dal Paraguay, 30 imprenditori italiani accusati di commercio di sostanze alimentari pericolose.

Da non perdere

Le Fiamme Gialle di Torino hanno svolto in tutta Italia più di cinquanta perquisizioni presso aree portuali, depositi e stabilimenti per l’impacchettamento e la produzione di alimentari contenti sesamo.

In seguito alla segnalazione di alcune associazioni di consumatori, sono scattate le indagini coordinate dalla procura del capoluogo piemontese. Attraverso analisi chimiche si è avuta la certezza della presenza dell’ossido di etilene oltre i limiti consentita dalla legge. La sostanza è stata riscontrata sia nei semi di sesamo, sia in prodotti che lo contengono.

L‘ossido di etilene, in alcuni casi riscontrati, superava di 520 volte la dose massima prevista dalla normativa. I semi di sesamo provenivano dalla Cina, dall’India, dall’Argentina e dal Paraguay. La Guardia di Finanza ha così sequestrato oltre 500 tonnellate di semi di sesamo in tutta Italia. Sono più di 30 gli imprenditori italiani accusati di commercio di sostanze alimentari pericolose.

Ultime notizie