lunedì, 25 Ottobre 2021

Pornhub, 34 donne denunciano il sito pornografico: pubblicati video di stupri e abusi

Pornhub è nel mirino di 34 donne che denunciano il colosso della pornografia digitale di aver pubblicato, senza consenso, video nei quali subiscono stupri e abusi sessuali dai loro ex.

Da non perdere

La storia si ripete: Pornhub, questa volta, è nel mirino di 34 donne che accusano la piattaforma di aver pubblicato video nei quali subiscono stupri e abusi sessuali.
Le protagoniste di questa storia accusano il colosso della pornografia digitale di aver usato, a loro insaputa e quindi senza consenso, video di ex fidanzati o molestatori. Per questo la richiesta di risarcimento del danno subito. Una della donne – rimasta anonima – ha raccontato di aver scoperto, nel 2014, della pubblicazione, su Pornhub, di un video che il suo ragazzo l’aveva costretta a girare quando aveva solo 13 anni. Il filmato è rimasto disponibile fino a quando la ragazza, fingendosi sua madre, ha chiesto al sito di rimuoverlo. Ci sono volute diverse settimane per quest’operazione.
Secondo gli avvocati delle donne, l’obiettivo “non è la pornografia, ma una classica impresa criminale, il cui modello di business si basa sullo sfruttamento a scopo di lucro di contenuti sessuali non consensuali e, nel caso delle quattordici che erano minorenni all’epoca delle violenze, di traffico sessuale di minori”.

Ultime notizie