mercoledì, 27 Ottobre 2021

Bonus vacanze 2021, cos’è e come richiederlo

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito ufficiale la guida aggiornata che spiega in cosa consiste il Bonus Vacanze, come richiederlo, chi può richiederlo, e cosa devono fare cittadini ed esercenti

Da non perdere

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito ufficiale la guida aggiornata che spiega in cosa consiste il Bonus Vacanze, come richiederlo, chi può richiederlo, e cosa devono fare cittadini ed esercenti.

Cos’è

Il bonus poteva essere richiesto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 e potrà essere utilizzato una sola volta, nel periodo tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. Con il bonus, si potranno pagare i servizi offerti da agenzie di viaggi e tour operator nazionali, imprese turistico ricettive, agriturismi e bed & breakfast abilitati a livello nazionale e regionale per l’esercizio dell’attività turistico ricettiva.

Il bonus prevede 500 euro per i nuclei familiari composti da tre o più persone. Per i nuclei familiari composti da due persone, 300 euro. Per quelli composti da una sola persona, 150.
Del bonus può fruirne un solo componente del nucleo familiare. Non deve essere utilizzato necessariamente da chi ha effettuato la richiesta, così come non è necessario che sia presente durante la vacanza.

Il beneficio verrà erogato per l’80% sotto forma di sconto sull’importo dovuto al fornitore del servizio turistico e, per il restante 20%, sotto forma di detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno di imposta 2020 o 2021 (in funzione dell’anno in cui è avvenuto l’utilizzo).

La dichiarazione dei redditi dovrà essere presentata dal componente del nucleo familiare che ha usufruito dello sconto. La stessa persona che ha utilizzato il bonus presso l’operatore turistico e alla quale è intestata la fattura o il documento commerciale o, per il solo anno 2020, lo scontrino/ricevuta fiscale emesso dal fornitore può poi fruire della detrazione del 20%, indicando tale importo nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno di imposta 2020 (o 2021, a seconda dell’anno in cui il bonus viene utilizzato).

Chi può richiedere il bonus vacanze?

Il bonus vacanze può essere richiesto da nuclei familiari con indicatore Isee in corso di validità non superiore a 40.000 euro. Per il calcolo dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, occorre presentare all’Inps la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU).

Ossia, il documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali necessari a descrivere la situazione economica di un nucleo familiare e che ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo.

Il bonus è utilizzabile da solo uno dei componenti del nucleo familiare, anche diverso dal soggetto richiedente. L’importante, è che sia l’intestatario della fattura o del documento commerciale emesso dal fornitore. Lo stesso componente che lo utilizza è quello che potrà beneficiare della detrazione nella propria dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta 2020 o 2021.

Il bonus  deve essere utilizzato per un solo pagamento, senza possibilità di frazionarlo, e devono essere documentate da fattura o documento commerciale nei quali deve essere indicato il codice fiscale del componente del nucleo familiare che intende fruire del bonus.

Come ottenerlo

Per usufruire del bonus entro il 31 dicembre 2021, bisogna averlo richiesto il 31 dicembre 2020.

La richiesta del bonus vacanze può essere effettuata, tramite l’app IO, da uno dei componenti del nucleo familiare. Occorre avere un’identità digitale SPID o una Carta di identità elettronica.

Al primo accesso, dopo l’autenticazione con SPID o CIE (versione 3.0), l’app IO chiede all’utente di impostare un codice di sblocco (PIN) e il riconoscimento dell’impronta digitale o riconoscimento del volto, disponibile sul proprio dispositivo. In seguito alla prima registrazione, l’utente può accedere a IO direttamente digitando il PIN da lui scelto o tramite riconoscimento biometrico.

Dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, uno dei componenti del nucleo familiare deve aver effettuato l’accesso alla funzione per richiedere il bonus Vacanze disponibile nella sezione ‘Pagamenti’ dell’app IO.

In seguito, attraverso un collegamento con la banca dati dell’Inps, l’app IO verifica che il richiedente sia in possesso di tutti i requisiti necessari. Dopodiché, comunica al richiedente l’esito del riscontro, con un messaggio in app.

Nei casi in cui l’utente sia risultato idoneo a ricevere il bonus, deve attendere che l’app IO comunichi l’attivazione del bonus.

Dopo la conferma dell’attivazione del bonus, lo si può visualizzare immediatamente nella sezione ‘Pagamenti’.

Una volta ottenuto il bonus, al momento del pagamento, la persona deve comunicare al fornitore il proprio codice fiscale e il codice univoco assegnato. In alternativa al codice univoco, esibire il QR code.

Il fornitore applica lo sconto dopo aver acquisito questi dati e li inserisce nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate. Ciò serve a verificare, in tempo reale, lo stato di validità dell’agevolazione

All’interno della sezione ‘Pagamenti’ dell’app IO del richiedente lo stato del bonus sarà aggiornato.

La guida completa al bonus vacanze è sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ultime notizie