sabato, 4 Dicembre 2021

Niente mascherine all’aperto da luglio: richiesta di Salvini a Draghi. Sileri favorevole

Il tema delle mascherine all'aperto resta al centro del dibattito politico. Ne ha parlato Salvini con Draghi questa mattina. Favorevole anche il sottosegretario alla Salute Sileri.

Da non perdere

Continua a tenere banco lo stop per l’uso delle mascherine all’aperto. Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, è intervenuto alla trasmissione L’Italia s’è desta, su Radio Cusano Campus: “Tempo fa ho detto che avremmo potuto mettere nel taschino la mascherina all’aperto quando saremmo arrivati a metà della popolazione vaccinata, ora ci siamo. Dai primi di luglio sarebbe opportuno far cadere l’obbligo“.

Tra i numerosi i punti di vista espressi, anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio ha detto la sua con un post Facebook: ”Togliere la mascherina all’aperto a partire da questa estate è l’obiettivo del governo, ed è vicino. È da mesi che aspettiamo questo momento e adesso che i numeri ci dicono che stiamo superando la crisi sanitaria bisogna accelerare”.

Di Maio ha inoltre sottolineato che ”in questi mesi la mascherina è stata uno strumento essenziale per proteggerci dal virus, adesso poterla togliere all’aperto è un primo passo verso il ritorno alla normalità, oltre che un gesto di ripartenza. Già altri Paesi europei hanno preso questa iniziativa”.

Anche Matteo Salvini non ha fatto attendere la sua e ne ha parlato questa mattina con Draghi. Ai microfoni di Radio anch’io, Salvini ha gettato uno sguardo al di là delle Alpi: “La Francia all’aperto le toglie, non penso che siano dei matti. Da Israele alla Norvegia prendono atto della situazione, la gente si è comportata bene, il piano vaccinale sta correndo. Io penso che lasciare a luglio e agosto a 40 gradi all’ombra, anche all’aperto, l’obbligo di mascherina e la proroga di uno stato di emergenza che nei fatti non c’è non abbiano senso.”

 

Ultime notizie