martedì, 3 Agosto 2021

Covid India, scandalo tamponi falsi: 100mila test taroccati per partecipare a festival indù

Ospedali al collasso, carenza di ossigeno, cadaveri bruciati in strada non hanno impedito che si compisse una scellerata azione di falsificazione tamponi in India.

Da non perdere

In India si grida allo scandalo per un processo di falsificazione di oltre 100mila tamponi da parte di laboratori privati: tutto questo per permettere ai “pazienti” di partecipare al festival indù di Kumbh Mela, tenutosi in Aprile nello stato dell’Uttarakhand, nell’India settentrionale. Le indagini avviate polizia hanno evidenziato come i laboratori privati falsificassero le identità dei clienti, fornendo numeri di cellulare e indirizzi inesistenti, agevolando così chi doveva prendere parte alla manifestazione religiosa.

Le conseguenze di questo gesto scellerato sono evidenti, in un Paese come l‘India sull’orlo della catastrofe sanitaria dallo scoppio dell’ultima ondata pandemica: milioni di persone, durante e dopo l’evento si sono trasformate in vettori virali, contagiando anche altre comunità.

Ultime notizie