lunedì, 2 Agosto 2021

Napoli, guerra tra clan: uccisione Pietro Scelzo “o nasone”. Due arresti

I Carabinieri di Napoli hanno arrestato Antonino Esposito Sansone, 57 anni, e Vincenzo Ingenito di 44 anni, ritenuti coinvolti nell'omicidio del 18 novembre 2006 durante la guerra tra i clan Omobono-Scarpa e D'Alessandro per la gestione delle piazze di spaccio.

Da non perdere

I Carabinieri di Napoli hanno arrestato Antonino Esposito Sansone, 57 anni, e Vincenzo Ingenito di 44 anni, ritenuti coinvolti nell’omicidio di Pietro Scelzo, detto “o nasone”.

L’uomo è stato ucciso il 18 novembre 2006 nel cortile della sua abitazione a Castellamare di Stabia con undici colpi esplosi da una pistola calibro 9, nell’ambito di una guerra tra il clan D’Alessandro ed il clan Omobono-Scarpa, per la gestione delle piazze di spaccio.

Scelzo decise di passare nel clan rivale degli Omobono-Scarpa per il quale stava gestendo lo spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere “Centro antico” di Castellamare e per questo è stato ucciso con estrema ferocia.

Ultime notizie