sabato, 31 Luglio 2021

Israele, finisce l’era Netanyahu: Bennet nuovo premier piazza Rabin in festa

Naftali Bennet è il nuovo Premier israeliano e il centrista Mickey Levy è il nuovo presidente della Kesset. termina il dominio Nethanyau durato dodici anni, in migliaia radunati a piazza Rabin per festeggiare.

Da non perdere

Migliaia di persone si sono radunate la notte scorsa in piazza Rabin a Tel Aviv per festeggiare il neo governo centrista guidato da Naftali Bennet e dal suo vice Yair Lapid. Piazza Rabin è un luogo simbolico poiché nel 1995 venne assassinato l’allora Premier laburista da un estremista ebreo di destra.

Tante le bandiere nazionali israeliane presenti, assieme a quelle del movimento di protesta che per un anno ha organizzato a Gerusalemme manifestazioni settimanali contro l’ormai ex Premier Benyamin Netanyahu.

Netanyahu che dopo 12 anni di governo lascia la guida del paese al leader del partito di destra Yamina Naftali Bennet, il quale si troverà a capo di una coalizione molto varia: ben otto partiti che vanno dalla destra radicale alla sinistra laica.

La vittoria alla Knesset si è avuta di misura, infatti Bennet ha ricevuto 60 voti favorevoli sui 120 totali, 59 i contrari e un astenuto, ad ogni modo un risultato che porta una svolta fondamentale per la politica israeliana: la fine del dominio di Netanyahu e dello stallo politico che durava da anni, nel corso dei quali in Israele si sono avute quattro elezioni generali per giungere alla formazione del nuovo esecutivo.

Oltre al nuovo Premier il parlamento ha poi eletto anche il nuovo presidente della Knesset si tratta di Mickey Levy, ex capo della polizia appartenente al partito centrista Yesh Atid, che con 77 voti favorevoli su 120 totali prende il posto di Yariv Levin del Likud.

 

Ultime notizie