lunedì, 2 Agosto 2021

Aumento di contagi in Gb, Draghi: “Quarantena per chi entra in Italia”. Moderna sarà prodotto in Italia

Alla fine del G7 ampio spazio al covid tra le parole del presidente Draghi. La variante delta che preoccupa il Regno Unito potrebbe portare alla quarantena per entrare in Italia.

Da non perdere

Oggi 13 giugno si è concluso il G7 in Cornovaglia, iniziato due giorni fa e che ha visto coinvolti i 7 le più importanti economie mondiali, ovvero Regno Unito, Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Stati Uniti e la Commissione Europea.

Draghi a parlato di covid a tutto tondo, tra le altre cose anche dell’aumento di contagi nel Regno Unito: “Noi facciamo il tampone a chi entra in Italia” ha ricordato, e a proposito della variante Delta, qualora aumentassero i contagi ha lasciato spazio a una nuova possibilità: “Dovremmo reinserire la quarantena per chi arriva dall’Inghilterra, ma questa situazione al momento non c’è, non ci siamo ancora”. Il governo Inglese, dato il nuovo incremento dei contagi influenzato anche dalla variante Delta, sta valutando di rinviare la revoca delle misure restrittive.

Quanto a nuove misure restrittive per l’Italia è stato chiaro: “Per ora non c’è motivo di pensare che questo possa succedere”, ma “bisogna essere pronti a reagire in maniera tempestiva”.

Successivamente in conferenza stampa al termine del G7, Draghi ha parlato della possibilità che Moderna inizi a produrre in Italia. “Non abbiamo parlato della possibilità che possano iniziare a produrre in Italia, ma ci sono accordi con aziende americane per produrre in Italia. Mi pareva di aver già annunciato una volta un’azienda in particolare, ora si è aggiunta anche Moderna. Ci sono siti che verranno utilizzati. Mi pare che la cosa stia andando bene”.

Ultime notizie