martedì, 27 Luglio 2021

Senza soldi per il treno, navigatore lo guida a piedi sull’A1 e si scarica: ragazzino salvato dalla PolStrada

Nel Napoletano un ragazzino ha saltato la fermata del treno e non avendo più soldi per tornare indietro si è avviato a piedi seguendo il navigatore sul telefono, che però si è scaricato.

Da non perdere

Ieri pomeriggio, una pattuglia della Polizia Stradale di Napoli, transitando sul ramo Capodichino dell’autostrada A1 in direzione Casoria, ha notato un minorenne che si incamminava, da solo, verso il tratto dove non persiste la corsia di emergenza. Lo hanno soccorso, rifocillato e avvertito la famiglia che ha subito ringraziato gli agenti per l’aiuto.

Dopo aver notato il ragazzo a piedi in autostrada, la pattuglia ha immediatamente adottato tutte le cautele del caso, al fine di salvaguardare l’incolumità del minore, originario della provincia di Caserta. Il giovane è stato trovato stremato e assetato ed ha raccontato agli agenti il motivo per il quale si trovava lì.

Pare che il minore, da solo, nel primo pomeriggio, abbia acquistato un biglietto ferroviario per raggiungere un amico residente nella provincia di Napoli. Dopodiché, salito a bordo di un treno regionale, il ragazzo si è distratto, mancando la fermata giusta, arrivando fino alla Stazione Centrale di Napoli. Dopo essere sceso dal treno e non avendo più denaro per acquistare un nuovo biglietto, ha impostato sul navigatore del cellulare l’indirizzo del proprio amico, avviandosi così a piedi seguendo le indicazioni dell’applicazione. Per questo, si è trovato dopo circa 90 minuti di cammino, sull’autostrada dove il cellulare si era scaricato.

I poliziotti hanno accompagnato il minore presso gli uffici, e dopo averlo accuratamente rifocillato e dissetato, hanno contattato i genitori, giunti poco dopo. Il ragazzo ha così fatto rientro a casa.

Ultime notizie