domenica, 19 Settembre 2021

AstraZeneca, il Cts ha deciso: stop vaccino agli under60. Seconda dose sarà Pfizer

Tocca ora al ministro ministro della Salute Roberto Speranza assumere una decisione consequenziale ed emettere una circolare indirizzata alle Regioni.

Da non perdere

Sarà somministrato solo alle persone che hanno più di 60 anni il vaccino AstraZeneca, finito nuovamente nella bufera, dopo il recente caso della ragazza di morta a seguito di una trombosi, scatenatasi dieci giorni dopo la vaccinazione con il siero ideato dalla casa farmaceutica anglo-svedese.

È questa la decisione del Cts, il Comitato tecnico-scientifico, riunitosi quest’oggi che ha deciso anche che per la seconda dose dovrà essere utilizzato il vaccino Pfizer.

Ci sono voluti tre giorni di riunioni prima che il Cts trovasse l’accordo su come procedere per il prosieguo della campagna vaccinale, in risposta ai numerosi interrogativi posti nei giorni scorsi dai governatori. Il parere degli scienziati, che sarà consegnato al ministro Speranza, è il frutto dell’attento esame di numerosi studi, anche tedeschi, sulle controindicazioni per i giovani.

Tocca ora al ministro ministro della Salute Roberto Speranza assumere una decisione consequenziale ed emettere una circolare indirizzata alle Regioni. Se la proposta degli scienziati sarà accolta, la seconda dose dovrà essere del vaccino Pfizer, costringendo la struttura commissariale guidata dal generale Francesco Paolo Figliuolo ad eseguire una riprogrammazione del piano vaccinale, in base alle esigenze delle Regioni.

Ultime notizie