lunedì, 14 Giugno 2021

Napoli, Camorra pizzo 2.0: pagamento con bonifico e ricevuta per scaricare le spese

In manette sono finite 31 persone appartenenti o che avrebbero favorito il clan degli Amato Pagano di Secondigliano

Da non perdere

La Guardia di Finanza e la Squadra mobile di Napoli hanno arrestato 31 persone per pizzo.

L’operazione ha portato all’arresto di 31 persone che avrebbero favorito o a detta della  Dda apparterrebbero al  clan degli Amato Pagano di Secondigliano (Na). L’inchiesta ha fatto emergere una sorta di racket 2.0 che dava la possibilità di pagare il pizzo mediante bonifico e avere la ricevuta per “scaricare” la spesa.

La ditta, compiacente al clan, dopo aver ricevuto il bonifico, restituiva i soldi in contanti allo stesso clan, emettendo fattura e trattenendo per se l’iva.

Alcuni dei soggetti arrestati risultano essere beneficiari del reddito di cittadinanza e per questo saranno segnalati all’Inps.

 

Ultime notizie