mercoledì, 20 Ottobre 2021

Sfregiato il murale di George Floyd: dopo Willy cancellato il ritratto dell’afroamericano

Dopo lo sfregio al murale di Willy, a Pescara, una macchia nera censura il murales dedicato a George Floyd, l'afroamericano ucciso a Minneapolis dalla Polizia.

Da non perdere

Una enorme macchia nera sul murales dedicato a George Floyd, l’afroamericano ucciso dalla Polizia a Minneapolis e il cui decesso ha fatto eco in tutto il mondo. È accaduto a Pescara, all’angolo di via Milano in pieno centro, dove il ritratto si stagliava orgoglioso per ricordare ai passanti ” i can’t breath’, quel fiato tolto dall’oppressione del razzismo e dalla presunta supremazia dell’uomo bianco. Il ritratto è stato totalmente oscurato di nero e reso irriconoscibile, come accaduto a fine maggio al murales raffigurante  Willy Monteiro, il giovane cuoco ucciso a Colleferro.

Ultime notizie