martedì, 19 Ottobre 2021

Europei di calcio, Vezzali firma il decreto: accesso allo stadio per il 25%

In base al decreto e alle normative anticovid, l'accesso al pubblico è del 25% di capienza e comunque con un'affluenza non superiore ai 15.948 spettatori.

Da non perdere

Valentina Vezzali, sottosegretario allo Sport, ha firmato il decreto che stabilisce i criteri per la presenza del pubblico alle partite dei Campionati europei di calcio Uefa Euro 2020.

Si terranno allo Stadio Olimpico di Roma l’11, il 16 e il 20 giugno e la protagonista sarà la Nazionale italiana; il 3 luglio ci sarà un quarto di finale.

In base al decreto e alle normative anticovid, l’accesso al pubblico è limitato al 25% di capienza e comunque con un’affluenza non superiore ai 15.948 spettatori.

Inoltre, per l’ingresso sarà necessaria la presentazione di un certificato di avvenuta guarigione dal Covid-19, un test negativo al tampone rapido eseguito entro le 48 ore prima della partita, o in alternativa un certificato di avvenuta vaccinazione, anche solo se si tratta di una prima dose, ma deve essere stata eseguita da almeno 15 giorni. Per coloro privi di alcuna di queste certificazioni rilasciate dalle autorità italiane, come per i tifosi stranieri, sarà necessario esclusivamente un tampone negativo.

Ultime notizie