mercoledì, 27 Ottobre 2021

‘Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani’ a Casa del Cinema dal 7 giugno

L'esposizione gratuita ripercorre la sua carriera artistica, sia teatrale che cinematografica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche e molto altro.

Da non perdere

La mostra di Vittorio De Sica – Ieri, oggi e domani debutta il 7 giugno alla Casa Del Cinema, dove resterà fino al 4 luglio, realizzata dall’Associazione Teatroantico per celebrare i 120 anni dalla nascita del grande attore e regista.

Curata da Giulio D’Ascenzo e Elisabetta Centore, l’esposizione gratuita ripercorre la sua carriera artistica, sia teatrale che cinematografica attraverso locandine teatrali, manifesti, foto buste cinematografiche, immagini, riviste e brochure originali, in un arco temporale che va dal 1923 fino alla sua scomparsa nel 1974.

Nel giorno inaugurale lunedì 7 giugno , ci sarà alle 18 anche una proiezione speciale in Sala Deluxe del film di Vittorio De Sica La ciociara del 1960, con Sophia Loren (che per il film ha vinto l’Oscar), disponibile grazie alla gentile concessione della Titanus.

Vittorio De Sica esordisce in teatro nel 1923 nella Compagnia di Tatiana Pavlova. Nel 1932 con Gli uomini, che mascalzoni di Mario Camerini inizia la sua brillante attività di attore cinematografico che lo porterà insieme ad Amedeo Nazzari e Gino Cervi ad essere uno dei più amati dal grande pubblico. Nel 1940 il produttore Giuseppe Amato lo fa debuttare alla regia con Rose scarlatte e poi tra i più celebri, Maddalena zero e Teresa Venerdì dove si rivela il talento di Anna Magnani.

Con I bambini ci guardano del 1943 inizia il sodalizio artistico con Cesare Zavattini che porterà alla nascita di numerosi capolavori come Sciuscià del 1946 e Ladri di biciclette del 1948, entrambi Premi Oscar come Miglior Film Straniero. De Sica vincerà altri due Oscar, uno per Ieri, oggi e domani del 1963 e l’altro per Il giardino dei Finzi Contini del 1972. Del 1974 è il suo ultimo film Il viaggio, dalla novella di Luigi Pirandello.

Nel rispetto delle norme anticovid, l’ingresso agli spazi espositivi Sergio Amidei e Cesare Zavattini sarà libero. Per la proiezione, l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili, al momento ridotti per garantire il distanziamento.

Ultime notizie