mercoledì, 27 Ottobre 2021

Nigeria, irruzione a mano armata in una scuola coranica: rapiti oltre 100 bambini

I rapimenti di massa nel Paese sono in aumento. Le famiglie sono costrette a pagare riscatti esorbitanti pur di rivedere vivi i loro figli

Da non perdere

Più di 100 bambini sono stati rapiti da uomini armati mentre entravano nella scuola coranica Salihu Tanko nello stato della Nigeria zona centro-settentrionale del Paese. Tra le persone scomparse anche alcuni passeggeri di un autobus.

“Ancora incerto il numero di studenti della scuola islamica Salihu Tanko rapiti con passeggeri da un autobus” ha annunciato il governo statale del vicino stato del Niger sul suo account Twitter. “I rapitori hanno rilasciato undici bambini, troppo piccoli per camminare”, ha aggiunto.

Erano circa 200 i bambini che stavano facendo il loro ingresso nella scuola al momento dell’attacco; molti sono riusciti a fuggire, ha detto un dirigente, che desidera rimanere anonimo per la sua sicurezza. “All’inizio hanno preso più di cento studenti, ma poi hanno lasciato quelli che consideravano troppo piccoli, quelli tra i quattro e i dodici anni”, ha riferito all’Agence France-Presse, aggiungendo di non avere cifre precise per il numero dei bambini rapiti.

È di ieri la notizia del rilascio di 14 studenti nello stato di Kaduna, dopo 40 giorni di detenzione. Dopo il rapimento, cinque studenti sono stati giustiziati per costringere il governo a pagare il riscatto. Le famiglie hanno dovuto pagare 180 milioni di naira (357.000 euro) per riavere indietro i loro figli salvi. Altro grave episodio è avvenuto presso la Government Girls Secondary School Jangebe a febbraio, quando 279 ragazze sono state rapite e successivamente rilasciate.

Sono 730 i bambini e gli adolescenti rapiti da dicembre. Le bande armate terrorizzano le popolazioni nigeriane degli stati centro e nord occidentali, saccheggiando villaggi, rugando bestiame e compiendo rapimenti al solo scopo di estorcere un riscatto dalle famiglie e dal governo.

 

Ultime notizie