giovedì, 24 Giugno 2021

Messina, suicidio-omicidio: mamma e figlia di 14 anni impiccate in casa

Madre e figlia vengono trovate impiccate in casa. A scoprire tutto è il marito.. I Carabinieri ipotizzano sia un omicidio suicidio.

Da non perdere

A Santo Stefano di Camastra, vicino al santuario del Letto Santo in provincia di Messina, Mariolina Nigrelli, è la donna di 40 anni trovata ieri sera morta impiccata con la figlia Alessandra di 14 anni. A rinvenire i corpi di questa terribile vicenda è il marito della 40enne. Le due donne sono state trovate impiccate, intorno alle 20, a poca distanza l’una dall’altra, il marito insospettito perché la donna non rispondeva al telefono si è recato presso l’abitazione, che si trova a circa otto chilometri dal centro abitato, scoprendo cosa fosse accaduto, immediatamente ha chiamato i Carabinieri.

La donna ha lasciato la lunga lettera, scritta a mano, al marito, Maurizio Mollica, un fabbro molto noto nel piccolo paese del messinese conosciuto per le ceramiche artistiche in cui si legge, tra l’altro: “Porto via con me Alessandra”.

Seguono il caso il Procuratore capo di Patti Angelo Vittorio Cavallo e il sostituto Andrea Apollonio, la pista più accreditata al momento è quella dell’omicidio-suicidio, avvalorata anche dalla lettera d’addio della donna, anche se non si escludono altre piste.

Il Procuratore Cavallo dice che “è ancora presto per fare valutazioni” e che si attende l’esame medico-legale. Restano al momento come indizi solo la lettera lasciata al marito ed un post fatto dalla donna pochi giorni prima su facebook: “Alcuni figli non capiranno mai la tacita supplica di un genitore che ti mette in guardia da qualcosa. Quando un genitore ti chiede di non fumare ti sta chiedendo solo di vivere più di lui. Quando un genitore ti chiede di non uscire con determinate persone è solo perché quelle persone potrebbero farti del male. Quando un genitore ti chiama più volte al cellulare non lo fa perché vuole darti fastidio, è solo che la sua anima freme nel saperti a casa sano e salvo. Un genitore non ti dà mai il peggio né te lo augura. Un genitore ti ama e ti supplica di avere una vita migliore e più felice della propria”, aggiungendo “infatti si dice mettiti con quelli migliori di te, mi fate solo schifo”. Gli inquirenti stanno cercando di capire a cosa si riferisse.

 

Ultime notizie