mercoledì, 27 Ottobre 2021

Reggio Emilia, anche due cugini indagati per la scomparsa di Saman

Nelle immagini visionate, datate 29 aprile, si vedono i due cugini uscire da un capannone con attrezzi di lavoro usati probabilmente per scavare una fossa. Ieri a Reggio centinaia di persone alla fiaccolata di solidarietà per Saman.

Da non perdere

Sono cinque gli indagati per la scomparsa di Saman Abbas, la ragazza pakistana di Novellara di cui non si hanno più tracce da un mese.

Nel registro degli indagati, oltre allo zio e ai genitori, ora si aggiungono anche due cugini della ragazza.

Dagli aggiornamenti sul fascicolo aperto per omicidio risulta infatti che i due cugini avrebbero preso parte alla scomparsa di Saman, poiché riconosciuti nei video di sorveglianza dell’azienda agricola di Novellara dove lavorano i parenti della ragazza.

Nelle immagini visionate, datate 29 aprile, si vedono i due cugini uscire da un capannone con attrezzi di lavoro usati probabilmente per scavare una fossa.

La madre, il padre e lo zio di Saman, ricercati tramite una rogatoria internazionale, sono invece irreperibili da inizio maggio poiché sembra siano tornati in Pakistan.

Nel frattempo nella mattinata sono riprese le ricerche della ragazza, che si concentreranno nella zona retrostante il capannone. In aggiunta verranno ispezionati anche pozzi, canali e  serre, al momento senza l’impiego di unità cinofile.

Intanto nel comune di Novellara, dove la ragazza risiedeva, si è svolta una fiaccolata di solidarietà a cui hanno partecipato centinaia di persone.

Presenti alla manifestazione anche assessori, consiglieri comunali, parlamentari reggiani e la sindaca Elena Carletti che su Facebook scrive: “Non ci sono parole adeguate per descrivere quanto sta accadendo in questi giorni a Novellara. Ringrazio di cuore tutte le persone e le associazioni, tutti i Sindaci e le autorità che ieri sera sono scese in piazza per Saman, la giovane che si era opposta a un matrimonio forzato, scomparsa da quasi un mese.

Aggiunge inoltre che nell’attesa che le indagini e ricerche facciano chiarezza sul dramma, le istituzioni della città non arretreranno di un passo, “insieme e coesi, determinati a fare tutto il possibile affinché nessuna donna, nessuna persona, debba subire violenza”. 

 

Cosa era successo :

Reggio Emilia, 18enne pachistana scomparsa: le ricerche vanno avanti

Ultime notizie