domenica, 24 Ottobre 2021

Minneapolis, “Alzati e ricorda George Floyd”: La celebrazione ad un anno dalla sua morte

Minneapolis ricorda con la celebrazione "Alzati e ricorda George Floyd" la morte dell'afroamericano ai danni di un ex agente.

Da non perdere

È passato un anno dall’omicidio di George Floyd, il 46enne ucciso il 25 maggio 2020 dall’ex agente Chauvin che lo ha bloccato a terra con il ginocchio sul collo per nove minuti e mezzo.
E ad un anno dalla tragedia, sta per concludersi la celebrazione “Alzati e ricorda George Floyd” con una veglia a lume di candela alle 8 di sera, dopo diversi giorni di marce, raduni e tavole rotonde per sensibilizzare la battaglia contro la discriminazione razziale.
Successivamente all’uccisione di Floyd, il luogo – tra la 38esima e Chicago Avenue – è stato occupato da attivisti, facendolo rimanere ancora chiuso al traffico.
“Trasformeremo il lutto in danza”, ha twittato a riguardo il rapper Nur-D: l’incrocio del delitto diventerà per il triste anniversario un giorno un luogo di festa e celebrazione, un festival all’aperto con cibo, attività per bambini e una serie di performance musicali.
Numerosi membri della famiglia Floyd saranno a Washington per un incontro privato con il presidente Biden, molto propenso ad affrontare il tema del razzismo, nonostante la difficoltà nel cambiare le regole e le abitudini, in particolar modo quelle riguardanti la polizia. La famiglia  è tornata a chiedere agli statunitensi di unirsi a loro nel promuovere modifiche a livello legale che possano evitare simili uccisioni nel futuro.
All’incontro dedicato al razzismo sistemico erano presenti anche membri delle famiglie di altri afroamericani uccisi da poliziotti, come Eric Garner, Trayvon Martin, Daunte Wright.
“Non è necessario aver perso un figlio per avere questa spinta, abbiamo bisogno di alleati, di persone che ci supportino e ci sollevino quando cadiamo, e che noi solleveremo quando cadranno a loro volta”, ha detto la madre di Martin, Sybrina Fulton.Qualcosa si è mosso ed è doveroso segnalare almeno 17 Stati nel corso dell’anno, tra cui Minnesota, che hanno adottato leggi per vietare o limitare fortemente le prese di soffocamento al collo.

L’organizzazione ha raccolto 3mila oggetti riguardanti la morte di Floyd, alcune di queste verranno esposte in una galleria improvvisata per l’occasione.
L’evento parte alle 13.00, allo stesso orario in cui il governatore del Minnesota Tim Walz ha chiesto ai concittadini di fermarsi per un silenzio in memoria di Floyd, un silenzio della durata di 9 minuti e 29 secondi.
Ricordiamo che l’ex poliziotto è stato condannato per omicidio e adesso rischia 40 anni di carcere, con la sentenza che verrà emessa il 25 giugno. Secondo Walz il responso nei confronti di Chauvin è stato un passo nella giusta direzione, “Ma il lavoro per smantellare il razzismo sistemico e la discriminazione non è finito. La vera giustizia per George Floyd arriverà solo attraverso un reale cambiamento per evitare che atti come questo accadano di nuovo, quando chiunque appartenga a una comunità, non importa di quale razza, sarà al sicuro, apprezzato e protetto”.

Ultime notizie