sabato, 19 Giugno 2021

Covid, nuove linee guida di Figliuolo: “Vaccinazioni delocalizzate”

È stato firmato dal Generale Figliuolo il documento sulle "Nuove linee guide" della campagna vaccinale: "Da hub a vaccinazioni a domicilio".

Da non perdere

Emanate dal Generale Francesco Paolo Figliuolo le “Nuove linee guida sulla campagna vaccinale“.

La novità principale è quella che le vaccinazioni da centralizzate, diverranno “delocalizzate“. I paziente più fragili, gli over 80 e tutti coloro con ridotta mobilità, potranno essere raggiunti presso il proprio domicilio da infermieri.

L’accordo è stato firmato: gli infermieri e gli infermieri pediatrici saranno veri e propri vaccinatori a domicilio. Il ministero della Salute, Regioni e Fnopi (Federazione nazionale ordini professioni infermieristiche), hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che prevede un “Triage prevaccinale“, da parte degli infermieri, per tutti coloro che hanno difficoltà a raggiungere i centri vaccinali.

Richiami vaccini in strutture ordinarie SSN (Servizio Sanitario Nazionale). Nella fase successiva, in previsione di eventuali richiami, scenderanno in campo tutti i medici e si dovrà valutare la possibilità di utilizzare le strutture ordinarie del SSN. Questa è l’indicazione contenuta nel documento firmato dal commissario straordinario.

Figliuolo a Regioni: aumentare contributo medici per vaccini. Il generale Figliuolo invita le Regioni ad “aumentare il contributo assicurato” da medici di Medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacisti ed altri operatori del Servizio sanitario nazionale. La presenza di 2.600 punti vaccinali nazionali, ha consentito di raggiungere il traguardo di 500mila somministrazioni giornaliere.

Il documento rivela che l’efficacia della campagna vaccinale è correlata alla rapidità con cui viene svolta; vaccinare più persone è fondamentale. Un contributo significativo è derivato dall’Ordinanza del Ministero della salute del 20 maggio sulla “Tracciabilità di contenitori di flaconi di vaccini”.

Ordine: “Bene linee guida Figliuolo, medici pronti”. Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurgici e Odontoiatri (Fnomceo), ha commentato in maniera positiva l’approccio strategico del Commissario Straordinario Generale Figliuolo. “Ha valorizzato la prossimità al cittadino: in modo da raggiungere le fasce più fragili della popolazione. Come Fnomceo, non possiamo che rilanciare l’invito del Generale alle Regioni a coinvolgere maggiormente i medici, in modo da delocalizzare le vaccinazioni, portandole ai pazienti più fragili“, conclude Anelli.

Il Generale Figliuolo e il presidente Anelli della Fnomceo, dunque, auspicano al coinvolgimento di tutti i medici presenti sul territorio nazionale e alla somministrazione dei vaccini all’interno delle strutture del Servizio sanitario nazionale.

Ultime notizie