mercoledì, 22 Settembre 2021

Covid, a maggio sulla neve: riaprono le piste da sci di Presena e in Valchiavenna

Gli sciatori sono contenti, grazie al decreto Draghi riaprono gli impianti di risalita tra Trentino e Lombardia. Dopo il week end del 22-23 la prossima data sarà il 29 maggio.

Da non perdere

Oggi, sabato 22 maggio e domani  domenica 23 maggio gli impianti sciistici riaprono: saranno in funzione dalle 8.30 alle 15.30. Sono solo due giorni è vero ma per gli appassionati di risalite, snowboard e dello sci sul ghiacciaio di Presena è davvero un bellissimo momento. Il costo dello skipass è di 30euro.

Pontedilegno Tonale è stata fiera di annunciare l’apertura della ski area a 3mila metri, in seguito al via libera all’apertura degli impianti avvenuta con l’ultimo Decreto Draghi. È vero che in pista si è tenuti a rispettare le solite regole “anti Covid” come il distanziamento, l’utilizzo della mascherina sugli impianti e la frequente igienizzazione delle mani ma questa fulminea riapertura è davvero un bellissimo segnale di ripartenza.

Finalmente, accedere agli impianti sul Ghiacciaio di Presena, nel comprensorio Pontedilegno-Tonale fra Trentino e Lombardia, non è più da considerarsi un puro miraggio.

Si torna quindi a sciare dopo 14 mesi di stop a causa del Covid, anche se per poco: dal 24 maggio iniziano i consueti lavori per coprire il ghiacciaio con teli geotessili che minimizzano lo scioglimento della neve nei mesi estivi!

L’ultimo decreto del governo Draghi mette nero su bianco la possibilità di riaprire anche le seggiovie oltre agli impianti di risalita. Il ghiacciaio in questi giorni è stato aperto anche per garantire gli allenamenti di sci club agli atleti. Per agevolare gli allenamenti in quota è stata anche allestita una pista per lo sci di fondo dove notoriamente si allena la nazionale.

Non importa se il 24 maggio si chiuderà di nuovo, al momento il pienone è stato assicurato, il ghiacciaio di Presena ha fatto il tutto esaurito. La prossima data è sabato 29 maggio in Valchiavenna: tocca infatti agli impianti della Val di Lei, in provincia di Sondrio, a due passi da Madesimo, dove agli appassionati è assicurata neve fresca.

«Abbiamo quattro metri di neve nella parte alta della Val di Lei, a 2.900 metri di quota», racconta soddisfatto il direttore degli impianti, Marco Garbin: “Tutto il comprensorio è praticabilissimo”.

Quattro impianti pronti ad ospitare i turisti, nei fine settimana dal 29 maggio al 13 giugno.  L’apertura coincide persino con la tappa del Giro d’Italia Verbania-Valle Spluga. Gli Ski-pass, in Valchiavenna, saranno disponibili (sempre al costo di 30 euro) a partire dal 25 maggio.

Non dimentichiamoci del re dello sci estivo lombardo, lo Stelvio valtellinese che ogni anno accoglie chi proprio non può fare a meno dello slalom anche ad agosto. Anche lì l’appuntamento è per sabato 29 maggio, con ticket giornalieri al costo di 49 euro e settimanali a 229 euro, per sciare (ininterrottamente) fino al 30 ottobre prossimo.

Ultime notizie