martedì, 15 Giugno 2021

Turismo, De Luca: “Caffè e brioche ai turisti insieme al vaccino”

De Luca fa il punto della situazione in Campania e polemizza: non è il momento di fare propaganda strumentalizzando notizie come quella sui vaccini ai turisti, e ironicamente: "Vaccineremo tutti perfino gli animali da affezione".

Da non perdere

De Luca ha parlato in una diretta Fb rivolgendosi con il suo solito tono polemico e ironico alle telecamere. Il pragmatico Governatore ha ironizzato sulla proposta di vaccinare i turisti, proponendo “brioche e caffè” insieme al vaccino. “Qualche mio collega presidente di regione ha voluto dire che è pronto a vaccinare tutti i turisti che arriveranno. Mi permetto di domandare, ma con i vaccini di chi vi impegnate a vaccinare tutti quanti visto che non abbiamo i vaccini sufficienti ancora oggi per tutta la nostra popolazione e visto che dobbiamo prepararci alla vaccinazione della popolazione studentesca?

Per De Luca non è il momento di fare propaganda strumentalizzando notizie come quella sui vaccini ai turisti, e aggiunge ironicamente che: “Vaccineremo tutti perfino gli animali da affezione“.

A proposito di mascherine:

C’è chi dice, anche qualche esponente del Governo, che le mascherine vanno tolte a giugno. In Campania la porteremo fino a luglio e vediamo per l’estate – aggiunge – Dobbiamo avere il massimo di prudenza, siamo a un quinto delle persone immunizzate, che hanno ricevuto la doppia dose, non abbiamo dunque completato il lavoro – ha aggiunto –  c’è un problema di varianti, dobbiamo a fare attenzione ai cittadini inglesi e aumentare la vigilanza a Capodichino per la variante indiana. Dobbiamo anche valutare che forse da ottobre, novembre ci sarà la terza  dose per chi si è vaccinato a gennaio e poi la vaccinazione della popolazione scolastica tra agosto e settembre“.

Campania prima su tutte le regioni per risultati anti-Covid:

Al di là degli organi di informazione scritta e radiotelevisiva, della comunicazione pubblica, posso dire senza tema di smentita che siamo la prima regione d’Italia per i risultati anti-Covid“, ha detto De Luca. “Primi per occupazione di terapie intensive in questi mesi – spiega De Luca -, siamo avanti a tutti per numero di decessi, numero più basso d’Italia di persone decedute per Covid rispetto alla popolazione, il che mostra come in Campania ci sia un sistema sanitario di eccellenza. Abbiamo messo in piedi una campagna di vaccinazione che oggi ci porta a fare 60mila vaccinazioni al giorno, con prestazioni eccellenti“. “Dobbiamo essere orgogliosi – aggiunge – in buona sostanza perché abbiamo anticipato la linea politica rispetto ai vaccini, noi per primi abbiamo parlato di una fase 2 da aprire in Italia, anticipato le decisioni 2 mesi prima sul comparto turistico-alberghiero e ci siamo mossi prima rispetto a quello che dicevano a Roma, altrimenti staremo a fare ancora demagogia e propaganda“.

Campania chiede vaccini per i più giovani:

La Campania, al pari delle altre regioni, “ha accettato di dare più dosi alle regioni con una popolazione anziana“, ma ora che tocca alle vaccinazioni dei più giovani “a noi spettano più dosi rispetto agli altri visto che siamo la regione più giovane“. Il governatore Vincenzo De Luca, in diretta Fb, torna a parlare delle dosi di vaccino che spettano alla Campania. “In una settimana abbiamo recuperato 50mila dosi ma siamo ancora a 150mila dosi di vaccino in meno – ha spiegato – ebbene non solo dobbiamo recuperare queste dosi ma ora, questa la nostra richiesta al Commissario, ce ne aspettano di più rispetto alle altre regioni visto la nostra popolazione giovane“.

La Campania con la Green Card avanti all’Europa:

La Green Card approvata dall’UE solo nei giorni scorsi, era già realtà in Campania: “Le card consegnate sono 250mila, da inizio giugno ne arrivano altre 3 milioni e mezzo di tessere che saranno consegnate a cittadini che faranno la seconda dose o l’unica di Johnson e Johnson“.

A proposito di Reddito di Cittadinanza:

Lancia una proposta il governatore della Campania, Vincenzo De Luca: “Visto che non si trovano lavoratori stagionali, senza far perdere a nessuno il reddito di cittadinanza o ammortizzatori, le aziende possono dare in aggiunta al reddito 500 euro al mese, per cui un giovane può aggiungere ai 750 altri 500. 1200 al mese mi pare una cosa dignitosa“, ha detto De Luca. “Se è necessario dare un bonus anche per il trasporto si può dare – ha aggiunto – e si potrebbe aggiungere che se si rifiutano 2-3 proposte si perde il reddito, così si fa anche lavoro di moralizzazione“. De Luca ribadisce che “c’è difficoltà a trovare manodopera stagionale nelle aziende agricole, di trasformazione del pomodoro ma anche negli alberghi e ristoranti perché chi percepisce il reddito non è più disponibile e magari va anche a fare lavoro a nero per non perderlo“. Da qui la sua proposta sottolineando che  “sono d’accordo a dare un reddito a chi non ha il pane ma non sono d’accordo a tollerare degenerazioni, speculazioni e parassitismi“.

Caffè patrimonio dell’Unesco:

Stiamo ragionando in queste ore per avere il riconoscimento del patrimonio mondiale Unesco, come già accaduto per l’arte della pizza, anche per l’arte del caffè. Siamo in concorrenza con gli amici di Trieste. Trieste è nel nostro cuore, è l’Italia, però per il caffè nel mondo è Napoli, almeno questo, e dai“. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Fb. “Ci sono caffè storici, aziende produttrici – aggiunge –  ma se parliamo di arte del caffè vediamo se riusciamo a fare una proposta unitaria. Ma avendo chiarito che Trieste è nel cuore di tutti gli italiani, se volete bere una tazza di caffè dovete scendere a sud di Roma“.

Ultime notizie