giovedì, 24 Giugno 2021

Ravenna come Livorno, lavoratori del porto: “Non imbarchiamo armi per Israele”

I container con materiali belligeranti non saranno imbarcati sulla nave che arriverà al porto di Ravenna, diretta in Israele.

Da non perdere

Cgil, Cisl e Uil e la loro categoria dei trasporti, Filt, Fit e Uiltrasporti, annunciano: “I lavoratori del porto di Ravenna si rifiuteranno di caricare armi, esplosivi o altro materiale bellico che possano alimentare il conflitto tra Israele e Hamas”.

Era successo a Livorno, la scorsa settimana, la nave Asiatic Island conteneva al suo interno armi ed esplosivi, grazie alla segnalazione dei Collettivo Autonomo Lavoratori portuali di Genova e dell’associazione WeaponWhath era stata fermata.

I sindacati sono venuti a conoscenza che, nei prossimi giorni, una nave ormeggerà al posto di Ravenna per imbarcare alcuni container contenenti materiali bellici.

Le organizzazioni sindacali di categorie dichiareranno sciopero, se la nave arrivasse al porto, impedendo l’operazione.

 

Ultime notizie