mercoledì, 22 Settembre 2021

India, colpita da Covid-19 e dal “fungo nero”: situazione drammatica

È drammatica la situazione in India dove, oltre alla seconda ondata di coronavirus, tra i pazienti affetti da Covid-19 è stato rilevato il cosiddetto 'fungo nero'. Si tratta di una mucormicosi, causata dall’esposizione a un gruppo di muffe chiamate mucormiceti.

Da non perdere

L’India è il secondo paese più colpito al mondo dal Covid-19, e nelle ultime 24 ore ha segnalato 259.551 nuove infezioni e 4209 morti.

È drammatica la situazione in India dove, oltre alla seconda ondata di coronavirus, tra i pazienti affetti da Covid-19 è stato rilevato il cosiddetto “fungo nero”. Si tratta di una mucormicosi, causata dall’esposizione ad un gruppo di muffe chiamate mucormiceti.

Si contraddistingue da un alto tasso di mortalità e dal rischio di provocare mutilazioni ai pazienti sopravvissuti. L’India si trova a dover affrontare un’altra sfida, ha enunciato oggi il primo ministro Narendra Modi.

Ad oggi, sono stati confermati circa 5000 casi identificati tra i pazienti con Covid-19 in tutto il paese, ma la cifra potrebbe essere più elevata, visto che solo pochi governi statali stanno segnalando i casi alle autorità sanitarie. Lo stato del Maharashtra ha registrato 1500 casi di mucormicosi e 90 decessi, mentre altri casi sono stati segnalati a Nuova Delhi, Karnataka, Haryana, e negli stati del Madhya Pradesh e del Rajasthan. Il ministero della Salute federale ha esortato gli stati a dichiarare la malattia un’epidemia ai sensi della legge, e ha reso obbligatorio per gli ospedali riportare i casi alle autorità federali.

Gli esperti affermano che la malattia, nota come “fungo nero” perché spesso accompagnata da un annerimento delle aree intorno al naso, è comune tra i pazienti affetti da diabete ed è legata a un uso non regolamentato di steroidi. Una delle cause potrebbe essere l’abuso di droghe legali, dove la maggior parte dei farmaci, inclusi gli steroidi, sono disponibili nelle farmacie senza bisogno di particolari ricette.

Ultime notizie