giovedì, 24 Giugno 2021

Tensioni tra Marocco e Ceuta: respingimenti “express” dopo l’assalto all’spagnola

Da non perdere

Un clima di tensione estrema quello che respirato negli ultimi giorni tra Marocco e Ceuta, enclave spagnola presa d’assalto dall’arrivo in massa di migranti. Il Marocco ha intensificato i controlli nelle ultime ore, cercando di contenere i tentativi di entrata in territorio spagnolo da parte di migranti. Molti però non desistono.

Circa 5.600 migranti degli 8mila arrivati a Ceuta tra lunedì e martedì sono tornati in Marocco. Il dato include non solo i ritorni volontari, ma anche quei respingimenti “express” spagnoli, compiuti senza aver prima effettuato processi di identificazione dei migranti e procedimenti amministrativi o giuridici riferiti al caso specifico, sono diventati una normalità.

Le ONG esprimono “preoccupazione” per le azioni attuate in risposta all’arrivo di migliaia di migranti nell’enclave spagnola. “Si stanno mandando indietro molte persone in virtù di un accordo tra la Spagna e il Marocco che permette i respingimenti express, contrari al diritto internazionale.”

E l’Unione Europea non accenna ad intervenire concretamente. Il vice presidente della Commissione europea Margaritis Schinas  ha dichiarato: “L’Europa non sarà vittima di tattiche”.

Ultime notizie