giovedì, 24 Giugno 2021

Pisa, prevenzione delle piene: accordo Regione, Esercito e Vigili del Fuoco

Previsto l'allestimento di paratie sugli argini dell'Arno per prevenire danni nel caso di piena del fiume. 1oo militari raggiungeranno Pisa per eseguire questo allestimento, in accordo con l'assessore alla Difesa del suolo Monia Monni e il prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo.

Da non perdere

Previsto l’allestimento di paratie di emergenza a sopralzo degli argini del fiume, con il concorso di personale militare dell’Esercito e dei Vigili del Fuoco: questo è la decisione della giunta regionale della Toscana, che spiega in un comunicato di aver dato il via libera all’Accordo di collaborazione.

L’assessore alla Difesa del suolo Monia Monni e il prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo hanno firmato l’accordo. Verranno alzate provvisoriamente le spallette dei lungarni di Pisa, in caso di piena dell’Arno, nel tratto dal Ponte della Fortezza al Ponte della Cittadella e verranno installati, in poche ore, circa 1.300 panconi e 10.000 sacchi di sabbia.

Se dovesse arrivare una Allerta Meteo da parte del centro regionale con criticità arancione o rossa per rischio idraulico è convocato d’urgenza, in accordo fra la Regione Toscana e la Prefettura, il Centro Coordinamento Soccorsi.

A tale coordinamento partecipano anche il Comune di Pisa, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, l’Autorità di Distrettuale dell’Appennino Settentrionale, la Provincia di Pisa, e l’Ufficiale di Collegamento del reggimento logistico ‘Folgore’.

Se necessarie le paratie di emergenza, il prefetto, in raccordo con l’Unità di crisi regionale, chiederà i rinforzi domandando aiuto a Esercito e vigili del Fuoco.

Previsto l’arrivo di 100 militari a Pisa, poichè nel minor tempo possibile devono giungere con mezzi di trasporto adeguati da utilizzare sia per il trasporto del personale che per quello delle paratie.

Ultime notizie