mercoledì, 22 Settembre 2021

Turismo, il Bel Paese in cima alle mete preferite: attesi 39 milioni di turisti

I dati per il turismo italiano per l'estate 2021 sono ottimi: si prospetta l'arrivo di 39 milioni di turisti, tra nazionali e internazionali. Nel dettaglio la prevalenza delle singole regioni maggiormente quotate dai vacanzieri.

Da non perdere

La bella Italia continua ad attirare il turismo internazionale. Molti italiani, inoltre, “giocano in casa” per vacanze da sogno. Per l’estate 2021 previsti 39 milioni di turisti, il 12% in più rispetto al 2020.

Il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio, afferma: “Il turismo italiano è fortunatamente in fase di graduale ripresa. Da un’indagine in collaborazione con l’Università del Sannio abbiamo ricevuto segnali che il comparto potrebbe registrare incrementi dei flussi ottimisticamente più rilevanti. Il piano vaccinazioni e il green pass rappresentano un indubbio incentivo nel processo di ripresa dei flussi turistici“.

Il pensiero rivolto alle vacanze è già predominante per la metà degli italiani: il 28,7% sta programmando una vacanza per i prossimi mesi, il 20,6% ha deciso di partire sebbene manifesta ancora qualche indecisione mentre solo il 4,1% ha già prenotato concretamente una località per la villeggiatura.

Un po’ di sano campanilismo farà restare l’86,8% degli italiani nel Belpaese. Solo il 13,2% ha scelto di recarsi oltre confine, di cui l’11,1%, in particolare punta ad una meta europea mentre il 2,1% opta per una destinazione internazionale.

Lo scorso anno il pensiero di una vacanza oltre il confine nazionale era presente solo nel 7,8% del campione intervistato.
Cinque le destinazioni italiane maggiormente quotate: primato per la Puglia con 1,9 milioni di arrivi (+13,6%) e 10,6 milioni di presenze (33,9%); ottimi fati anche per la Toscana con 4,1 milioni di arrivi (+13,4%) e 19,1 milioni di presenze (23,3%). La Sicilia registrerà 1,7 milioni di arrivi (+13,2%) e 6,5 milioni di presenze (23,6%). Per l’ Emilia-Romagna con 4,5 milioni di arrivi (+12,9%) e 23,1 milioni di presenze (26,3%) invece per la Sardegna si prevede un flusso di 1,5 milioni di arrivi (+12,8%) e 8,2 milioni di presenze (20,0%).

La voglia di leggerezza e spensieratezza proietta tutti più rapidamente verso l’estate, pertanto le prenotazioni delle località turistiche stanno mostrando una ripartenza turistica ottimale. Ci auguriamo che i dati riguardanti il Covid restino compatibili con tale ripartenza e che il virus la finisca di mettere “il bastone tra le ruote”.

Ultime notizie