martedì, 15 Giugno 2021

Birmania, le sanzioni degli Stati Uniti dopo il colpo di Stato

Secondo il Dipartimento al Tesoro statunitense, i multati hanno sostenuto il golpe, contro gli attivisti pro democrazia.

Da non perdere

Gli Stati Uniti hanno sanzionato il Myanmar per la repressione del regime democratico. Il 1° febbraio scorso, infatti, tramite un colpo di Stato, hanno preso il potere le Forze Armate birmane ed è caduto il governo di Aung San Suu Kyi, arrestata.

Le sanzioni inviate dagli USA riguardano il presidente della commissione elettorale, sette ministri e il governatore della Banca centrale. Secondo il Dipartimento al Tesoro statunitense, i multati hanno sostenuto il golpe, contro gli attivisti pro democrazia.

Ultime notizie