domenica, 26 Settembre 2021

Sostegni bis, il CdM al lavoro su bonus vacanze, indennità extra e aiuti ai settori più colpiti

Lunedì o martedì il Consiglio dei Ministri valuterà come spendere i 40 miliardi a disposizione dell'Esecutivo.

Da non perdere

Bonus vacanze più facile e sostanzioso, aiuti alle categorie più colpite – turismo, ristorazione, lavoratori agricoli e spettacolo -, indennità extra per le categorie rimaste ferme anche a maggio, aumento della somma per i ristori: 40 miliardi. Ecco le ipotesi dell’esecutivo Draghi, da discutere in Consiglio dei Ministri lunedì o martedì.

Quasi 18 miliardi per i ristori. Così distribuiti: primo versamento automatico, sulla base dei parametri stabiliti in precedenza; saldo a fine anno legato alle perdite iscritte a bilancio o contabilizzate in dichiarazione dei redditi, con attenzione al dato del margine operativo lordo e all’utile. Inoltre sono allo studio del Governo indennità extra per le categorie rimaste ferme anche nel mese di maggio, come ad esempio i ristoranti senza spazio all’aperto.

Il ministro del Lavoro Orlando collabora con le parti sociali per “gestire le crisi senza ricorrere ai licenziamenti”.

Dovrebbe essere prolungato fino al 31 dicembre il bonus vacanze. Potrebbe diventare più facile spenderlo con la possibilità di applicare lo sconto non solo nelle strutture alberghiere, ma direttamente all’acquisto in agenzie di viaggio o tramite tour operator; un’altra ipotesi consentirebbe di spendere il bonus in più alloggi di vacanza o per più villeggiature.

I prestiti agevolati con garanzia SACE o Fondo Piccole Medie Imprese (PMI) verrebbero estesi fino al 31 dicembre. Quelli fino a 30mila euro con garanzia del Fondo PMI sarebbero rimborsabili fino a dieci anni con garanzia al 90%.

Ultime notizie