sabato, 19 Giugno 2021

Draghi al Question Time: “Aperture graduali, in sicurezza”

Alla Camera il Presidente Draghi ha parlato delle riaperture, del settore wedding, del bilancio, dei migranti e della sicurezza sul lavoro.

Da non perdere

Durante il Question Time alla Camera il Presidente Draghi ha risposto ad alcune degli interrogativi più frequenti, soprattutto rispetto all’attuale situazione legata alla pandemia. “Il Governo intende adottare un approccio graduale e allentare le restrizioni a seconda dell’andamento epidemiologico e della campagna vaccinale” ha dichiarato, soprattutto rispetto alla questione matrimoni, sottolineando che “sono un’occasione di socialità che può favorire la diffusione del contagio“. Ha inoltre ricordato, per gli operatori del settore, che il decreto sostegni bis ha stanziato 200 milioni per il settore wedding per l’anno in corso. Tra gli altri temi caldi della Question Time c’è il caso Durigon, nel quale il Presidente ripone piena fiducia nei confronti della Guardia di Finanza che sta facendo le indagini.

Ha parlato inoltre dei migranti, dicendo che “il Governo vuole seguire una politica equilibrata efficace e umana, nessuno sarà lasciato solo in acque territoriali italiane” e serve una collaborazione stretta con Libia e Tunisia.

Ha ripreso il tema della sicurezza sul lavoro, ribadendo il suo cordoglio alla famiglia di Luana D’Orazio. È prevista una strategia di azione nazionale per rafforzare i controlli: la media italiana è di 3 morti al giorno in ambiente di lavoro. Sono già avviate le procedure di assunzione di 1.084 unità di personale nel corpo dell’ispettorato del lavoro.

Riguardo alle regole di Bilancio il Premier ha sottolineato “dovremo concentrarci sulla crescita” e “incentivare gli investimenti“. La Commissione europea ha sospeso il patto di stabilità e “la clausola non dovrebbe essere riattivata prima del 2023″.

Ultime notizie