domenica, 26 Settembre 2021

Insulti al Presidente Mattarella: 11 indagati per vilipendio

Sono 11 le persone indagate per offesa all'onore e al prestigio del Presidente della Repubblica Mattarella e istigazione a delinquere.

Da non perdere

Sono 11 le persone indagate per offesa all’onore e al prestigio del Presidente della Repubblica Mattarella e istigazione a delinquere. Sull’accaduto indagano i Carabinieri del R.O.S. (Raggruppamento Operativo Speciale) in cooperazione con i Carabinieri di Roma, Latina, Padova, Bologna, Trento, Perugia, Torino e Verbania, con due distinti decreti di perquisizione nei confronti di 11 persone indagate.

Le perquisizioni sono iniziate da tempo: già lo scorso agosto è stato eseguito lo stesso provvedimento per un 46enne della provincia di Lecce, molto attivo su Twitter.

Tra aprile 2020 e febbraio 2021, grazie anche alle unità del R.O.S., specializzate nelle investigazioni telematiche e web, sono stati monitorati diversi stati, post e contenuti multimediali offensivi. Grazie al lavoro svolto è stato possibile risalire e ricostruire la rete relazionale e le abitudini social delle persone, tutte di età compresa tra i 44 e i 65 anni, tra i quali figurano impiegati e professionisti coinvolti nei vilipendi.

Sono anche stati sequestrati sistemi e apparati informatici, utilizzati per rivolgere le offese al Capo dello Stato; tre dei perquisiti pare che si sentano vicini all’estrema destra, ad una vocazione sovranista e avessero manifestato approvazione alle relative iniziative.

Tra gli indagati vi è un docente universitario di 53 anni, da quanto emerge, l’uomo è in collegamento con gruppi e militanti di ispirazione suprematista e antisemita tramite la piattaforma social russa VKontakte (simile a Facebook).

Ultime notizie